Details
Date:

dicembre 16

Time:

01:00 am

Sabato 30 Novembre, secondo appuntamento con Modular:

● Paula Tape
(SOBO, Tempo Dischi/Chile)
https://www.residentadvisor.net/dj/Paulatape

● Fabrizio Mammarella
(Slow Motion/ITA)
https://www.residentadvisor.net/dj/fabriziomammarella

● Strohbach
(Modular/ITA)
https://www.residentadvisor.net/dj/strohbach

PAULA TAPE:
Il Cile è da sempre una fucina di talenti capaci di esprimersi al meglio se messi dietro un mixer e a dei giradischi.
Senza scomodare rappresentanti illustri come Ricardo Villalobos, questo lunghissimo Paese affacciato sull’oceano Pacifico sforna di continuo DJs ed artisti dotati di estro e qualità. Non è differente dai suoi predecessori Paula Tape, originaria di Santiago e da qualche anno trasferitasi a Milano, affascinata dal richiamo di quella che è considerata da tutti la capitale della moda.
Da barista di un famoso after-hour della capitale del Paese sud-americano fino ad aprire il set di Motor City Drum Ensemble all’ADE 2019, il passo è stato breve per una ragazza piena di passione e di voglia di emergere nel mondo della musica come Paula. I suoi set possono essere definiti strabilianti per cultura espressa ed intensità e svariano tra sonorità 80s, 90s, disco music ed electro oltre a non mancare mai di un tocco etnico.
Per gli addetti ai lavori non è stato difficile riconoscere immediatamente le sue qualità, da qui la sua crescita è stata tanto veloce quanto convincente al punto di esibirsi per Red Light Radio, Boiler Room, Red Bull radio, ADE 2019, Love International e DGTL festival, per il Griessmuhle di Berlino e lo Shelter club di Amsterdam.
L’impressione è che la sua storia musicale sia solo all’inizio, Paula è una che corre veloce e sa colpire chi gli si pone dinanzi per ascoltarla e per ballare la sua musica.

FABRIZIO MAMMARELLA:
E’ il portabandiera del nuovo sound italiano che proietta nel terzo millennio le idee migliori del secolo scorso, aggiungendo però nuovi colori e sfumature ad un’immagine che era già stata finita e confinata in una specifica dimensione. Fabrizio Mammarella invece porta la discussione al livello successivo, il tutto mentre traccia una linea di continuità con gli anni in cui è esplosa la passione nella pista da ballo (grazie a Moroder, Baldelli, Alexander Robotnick) attraverso i clubs che tra gli anni ’70 e ’80 sono sorti in Italia e che poi negli anni ’90 incendiarono la Riviera Romagnola.
Questa è una nuova era in cui Mammarella è un capitano.
Musicista nel progetto Clap Rules e Telespazio; produttore che lavora sia come solista che in coppia con il suo compagno di merende Philipp Lauer nel loro progetto Black Spuma. Dirige un’etichetta discografica , la Slow Motion (che recentemente ha dato alla luce la sua etichetta subordinata Wrong Era, i due nomi del resto parlano da soli).
Ma prima di tutto è un dj. Sebbene abbia molte incarnazioni, ha una sola missione: ridisegnare i confini della musica dance.