Details
Date:

agosto 24

Time:

01:00 am

Sabato 18 Gennaio, primo appuntamento del 2020 con Modular:

● Ivan Smagghe
(Les Disques de la Mort, NTS / London)
https://www.residentadvisor.net/dj/ivansmagghe

● Strohbach
(Modular/ITA)
https://www.residentadvisor.net/dj/strohbach

Ivan Smagghe appartiene ad una “top class” di DJs che ai giornalisti di settore piace definire “Il Dj dei Djs”: maestri delle selezioni più oscure e raffinate, sempre tesi in un tentativo continuo di spingere ed abbattere le barriere fra stili e generi. Proprio come è tipico fare del suo complice Andrew Wheatherall, Ivan possiede l’abilità di suonare come se ci fosse materialmente una conduttura tra i suoi cupi e rinomati dischi ed i corpi in pista totalmente avvolti dalla luce stroboscopica, trasmettendo ininterrottamente qualcosa di sé a chi lo ascolta.
I suoi progetti Black Strobe e It’s Fine Line si accostano a personaggi come James Murphy, Trevor Jackson, Ata, Optimo ed il sopracitato Weatherall; insieme portano avanti una strenua lotta per provare che la musica elettronica può essere molto più della colonna sonora di una notte.
Il successo del suo blog ‘a few things from Ivan Smagghe’ ha portato alla pubblicazione di una serie di compilation per il fashion store francese Colette, andate in sold out in un paio di settimane.
Il suo progetto con Tim Paris, It’s A Fine Line, si consolida in una serie numerosissima di remix (da Superpitcher agli XX) e di produzioni che non si possono classificare in un solo genere (dall’electro rockabilly su Kompakt alla italo disco per la Marketing Music).
Molti lavori discografici di Smagghe sono usciti sotto la sua vecchia etichetta “Kill The DJ” ed altri per quella più attuale “Les Disques De La Mort” ed includono un ventaglio di effetti che spaziano tra techno, post punk, cold wave, italo disco, electro, krautrock e ambient da sogno. I suoi dj set riflettono questa ampia tavolozza di differenti sonorità, arrivando anche magnificamente al nostro amato garage in disuso. Ivan così come si trova perfettamente a suo agio nello “scavare” in una techno ipnotica rende suoi anche gli psichedelici pezzi “sciogli-cervello”.

“Tenetevi pronti a un flusso di electro, leftfield house e disco, perle italo e new wave, per ballare guidati dalla maestria di uno dei migliori selector in circolazione. “ – Robot Festival

Evento supportato da The Club Pordenone.

• Tessera Federitalia obbligatoria per non tesserati

Link per pre-compilazione modulo online:

TESSERAMENTO